18° Trofeo Gentilis
Campionato Regionale XC 2013 #1
18° Trofeo Gentilis - Memorial Stefano Prinzis

Parco Gentilis (Guspini), 3 marzo 2013
Giancarlo Saiu domina la 18ª edizione del Trofeo Gentilis
Il Trofeo Gentilis compie 18 anni: la data 8 settembre 1996 sembra lontana anni luce, con l’esiguo gruppo di 59 bikers pronti a darsi battaglia ai nastri di partenza. L’entusiasmo era tanto da parte di tutti, dei ragazzi del Team Arkitano solo da pochi mesi costituiti in gruppo organizzato e dei partecipanti, alcuni dei quali ancora presenti con ottimi risultati nelle gare attuali.
Per ogni edizione, sono state apportate modifiche al percorso, alcune sostanziali altre marginali, questo per rendere il percorso di gara sempre più bello e spettacolare.
Per questa edizione, è fato fatto un gran lavoro di preparazione, la zona di arrivo è stata ricavata in un pianoro sino a qualche tempo fa “regno” dei cinghiali rovi e sterpaglie. Il tutto è stato fatto manualmente con tante ore di allenamento alternativo alle uscite in bici, con roncole, zappe e picconi, però alla fine il lavoro è stato apprezzato da tutti.
Anche quest'anno la Manifestazione è stata dedicata alla memoria di Stefano Prinzis, già dirigente e tesserato dell'Arkitano, prematuramente scomparso un anno fa, ed è stata un'occasione in più per non dimenticare e non far dimenticare un carissimo amico.
Il percorso di gara proposto era di 6,3 km circa, con un dislivello di 230 metri a giro, per la prima volta completamente in sterrato, fatta eccezione di una ventina di metri subito dopo la zona arrivo. Novità assoluta è stata quella di far percorrere a tutti gli atleti partiti nelle griglie delle ore 11, un giro di lancio di 4 km circa, i primi 2 dei quali quasi tutti in salita, in carrareccia larga onde evitare i classici tappi che spesso si formano in partenza. Il percorso era un continuo susseguirsi di brevi strappi, passaggi tecnici in single e double track.
Malgrado il tempo inclemente sino a poche ore dalla gara che ha visto riversarsi in tutta la Sardegna e nel percorso di gara tantissima pioggia, malgrado la crisi che ridimensiona sensibilmente il già magro bilancio delle famiglie, è stato ancora una volta  alto il numero di partecipanti: 246 atleti, di cui 42 appartenenti alle categorie giovanili, che hanno gareggiato su un percorso ridotto di 3600 metri.
Nella prima gara ha prevalso l'allievo 2° anno del Mtb Sennori Dennis Santoru sull’amico rivale Tommaso Sanna dell’Arkitano. Tra gli allievi di primo anno ha vinto Andrea Derudas (Giorgione Ozierese Carrera) che ha preceduto Matteo Diana (Mtb Sennori) e Nicola Pinna (Arkitano).
Nella categoria esordienti 2° anno ha vinto Antonio Piga (Giorgione Ozierese Carrera) che ha preceduto Luca Sogus della Taxus Baccata.
Tra i news entry nelle ruote grasse, ovvero tra gli esordienti del 1° anno a dominare è stato Michele Usai (Picalinna Mtb) che ha preceduto Alessandro Cocco (Mtb Sennori). Alessandro finalmente a coronato il sogno di disputare una gara ufficiale dopo che sin dai primi anni di età era sempre al seguito del padre Giovanni, uno dei personaggi più conosciuti e apprezzati nel mondo della mountain bike isolana oltre che dirigente fac-totum del Mtb Sennori.
Ultima citazione non certo per importanza e spessore della prestazione fornita, va a Simona Cossu, anche lei portacolori del Mtb Sennori, la quale ancora una volta non ha avuto nessuna difficoltà a dominare il gruppetto delle donne giovani in gara. Alle sue spalle con un distacco considerevole si è classificata la coppia del Taxus Baccata Mtb Club Beatrice Piras e Roberta Lisci.

Alle 11 in punto è stato dato il via alle seconda gara. Ai nastri di partenza mancavano alcuni protagonisti indiscussi degli ultimi anni, ma i presenti hanno dato spettacolo dal primo all’ultimo minuto.
I partecipanti, imbrattati di fango e provati dal grande sforzo fisico, chiudevano la gara stremati dalla fatica ma soddisfatti per la prestazione fornita.
Il dominatore assoluto è stato Giancarlo Saiu, autentico talento nelle categorie giovanili e fermo ai box in pausa di riflessione per alcune stagioni. Il forte biker villacidrese ora tesserato nella categoria Elite è rientrato nella società che l’ha fatto conoscere ed apprezzare anche a livello nazionale, ovvero la Giorgione Ozierese Carrera, ed ha fornito una prestazione davvero super dominando la gara dal primo all’ultimo minuto. Alle sue spella si è piazzato l’altro atleta di Villacidro Alessandro Ferrau (Piscina Irgas). Tra gli Junior bello ed entusiasmante è stato il duello tra il beniamino locale Mattia Melis dell’Arkitano e Costantino Gaspa (Che Alcia ‘E Balla), alla fine ha prevalso quest’ultimo per poche decine di metri, alle loro spalle è giunto l’altro beniamino locale Valerio Atzori. Nella categoria Elite Master Sport, bella vittoria di Rino Cabras (G.S.Runner), in quale negli ultimi anni è in forte credito con la fortuna per via di un susseguirsi di gravi infortuni, ma grazie alla passione ed alla forza di volontà non comuni si è sempre ripreso alla grande. Alle sue spalle è giunto Antonio Fresi (Fancello Cicli Terranova).
Tra i master 1 da segnalare l’ottima prestazione di un altro “siciliano” trapiantato in Sardegna per motivi di lavoro, il bravo portacolori del Racing Team Agrigento Daniele Danile, il quale ha avuto la meglio sul portacolori della neonata società Mtb Bosa Davide Uras.
Adriano Testone (Progetto Sport) si riconferma dominatore tra i master 2, precedendo nell’ordine Emmanuel Cau (Piscina Irgas) e Ettore Murru (Arkitano).
Filippo Ortu (G.S.Runner), Maurizio Cherchi (S.C. Cagliari) e Alessandro Saddi (G.S. Esercito) giunti nell’ordine, hanno dato vita a un duello entusiasmante sino agli ultimi metri nella categorie Master 3.
Nella categoria Master 4, bella vitttoria di Roberto Moi (S.C. Cagliari) che ha preceduto il neo Presidente del Mtb Sennori Mario Cossu.
Nella categoria master 5 Giorgio Sara (Mtb Sennori) ha avuto ancora una volta la meglio non senza sofferenza su Antonello Puggioni (Progetto Sport).
Nella categoria master 6 l’eterno Vittorio serra (Sinnai Mtb) ha fornito una prestazione davvero super manifestando uno stato di forma eccellente. Giusto un anno fa si laureò campione italiano nel Gran Prix d’inverno e quest’anno al Gran Prix  ha preferito i boschi di Gentilis. Alle sue spalle un altro “siciliano”, oramai da tanti anni sardo d’adozione, il grande Salvatore d’Urso (S.C. Cagliari), un bravo atleta e un grande amico di tutti.
In campo femminile ha prevalso Ana Clelia Creus Del Campo, forte atleta polivalente portacolori del Team Tecno Bike Assemini, che ha battuto la biker W1 della S.C. Arcidano Silvia Caria..
Un plauso allo staff della Società organizzatrice, che da 18 anni propongono con orgoglio e passione questa manifestazione conosciuta e apprezzata da tutti i bikers isolani.
Un ringraziamento anche all’Amministrazione Comunale di San Nicolò d’Arcidano, ed in particolare l’Assessore allo Sport Marco Zedda, che anche quest'anno ha messo a disposizione degli organizzatori il Palazzetto dello Sport dove è stato offerto il pranzo dopo gara e premiazioni.

(Massimo Montisci)
 


 

 
 
 
 
Consigliati
solobike.it
Solobike.it

Il sito italiano più aggiornato sul mondo mtb nazionale ed internazionale.

Pianeta Mountain Bike
Pianeta Mountain Bike

Portale dedicato ai risultati ed ai commenti delle gare su strada e in MTB.

Mtb on Line
Mtb on Line

Off road biking
Sito di informazione su gare e risultati.

Cycling.it
La rivista Bici da Montagna on line.

Tutto Mountain Bike
Sito ufficiale della nota Rivista TuttoMtb.

A Ruota libera
Sport, ambiente e turismo in bicicletta.

Mountain bike viaggi
Viaggi in Mtb in Sudamerica, Mongolia, Pirenei e in tutto il mondo.

 
Visite :

Sito ufficiale del MTB Club Arkitano : PHP code & DHTML by Sandro Murtas © 2004-2014