Viganò (LC), 15-16 luglio 2006
Campionati Italiani Cross Country
La rappresentativa sarda ai Campionati Italiani !
Campionati Italiani XC 2006 Un fine settimana davvero eccezionale a Viganò, che ha ospitato quest'anno i Campionati Italiani di Cross Country :  due giornate intense di Sport e di Festa, con oltre 700 atleti e tanto pubblico, quello delle grandi occasioni.
Dodici gli atleti della rappresentativa sarda: ai nove Campioni regionali (Giancarlo Saiu,  Roberta Garau, Maurizio Cherchi, Mauro Vacca, Adriano Testone, Ignazio Boi, Efisio Usai, Giorgio Sara, Salvatore D'Urso) si sono aggiunti Giacomo Cabras, Giovanni A. Mannu e Mario Cossu; accompagnatori ufficiali il vice Presidente del Comitato regionale della F.C.I. Massimo Montisci e il Responsabile regionale del settore fuoristrada Salvatore Cabiddu.
L' NSR Torrevilla MTB si è dimostrata impeccabile sotto ogni punto di vista, riuscendo a coniugare perfettamente le esigenze degli atileti, con quelle del pubblico, da un lato allestendo un circuito "moderno", con salite brevi e discese veloci, non eccessivamente tecniche, che comportavano continui cambiamenti di ritmo (caratteristiche unanimemente apprezzate dai bikers), dall'altra rendendo facilmente possibile per gli spettatori un rapido raggiungimento dei punti più suggestivi del percorso.
Le gare :
Sabato 15
» Il primo via viene dato puntuale alle 9:30 ai  78 Junior allineati ai nastri di parteza. Fra loro anche il nostro campione regionale Giancarlo Saiu, portacolori della G.S. Ozierese Carrera. Per lui purtoppo l'avventura sarà breve, costretto al ritiro già al primo giro, per un guasto meccanico.
Campionati Italiani XC 2006: podio Junior A dominare, sin dalle prime battute, è il favorito bresciano della Bianchi Agos Cristian Cominelli, che conquista il primo titolo tricolore, anticipando al traguardo di quasi due minuti il portacolori della Mapei Merida Lorenzo Martelli. Con loro sul podio anche il comasco dell'Alpin Bike Sondrio Samuele Porro.
» Alle 11:30 scatta il via per tutte le categorie femminili, fra cui la nostra campionessa Roberta Garau (Donne Amatori).
Non c'erano dubbi sulla vincitrice: Annabella Stropparo, si sa, non ha paragoni in questo momento, e stravince anche stavolta dando oltre 7 minuti alla biker del Team Salieri Elena Gaddoni. Sul podio Donne Elite, con loro la varesina Claudia Marsilio (Team Dart).
Nelle Under 23 conquista il titolo anche quest'anno l'altoatesina Eva Lechner (Team Colnago);  Claudia Sieder ( Team R-W Montitech) è invece la Campionessa della categoria Donne Junior.
Le categorie amatoriali femminili erano distinte in Donne Amatori AF (19-29)  e Donne Master (30+). Riconfermano il titolo nelle AF l'altoatesina Renate Pichler (L'Arcobaleno Carraro),  nelle Master la marchigiana Monica Gabbanelli (Bici Adventure Team). Buona prestazione anche di Roberta Garau che si attesta in 6^ posizione nelle AF.
» Fa veramente caldo quando alle 13:30 viene dato il via agli Under 23 Maschili.
Il favorito Tony Longo viene bloccato prima della partenza dal nostro Massimo Montisci, che gli chiede al volo un'impressione sulla gara che sta per affrontare :
- "La condizione è buona, in allenamento mi sentivo proprrio bene ultimamente... è da diversi anni che parto da favorito! L'anno scorso sono riuscito a vincere, quest'anno... vedrò di fare del mio meglio! Mi dà fastidio il caldo... ma daremo tutto lo stesso! ... " -
E così è stato: il campione trentino della Mapei Merida chiude i 5 giri vincitore, con quasi 3 minuti di vantaggio su Marco Aurelio Fontana (Hard Rock). Con loro sul podio a sorpresa, dopo un ultimo giro col turbo, Giuseppe Lamastra (Team Colnago).
» Ore 15:30 il via puntuale alla gara più attesa, quella degli Elite maschili. Schierato anche il Campione Regionale sardo della  S.C. Cagliari Maurizio Cherchi.
Non sembrano però baciati dalla fortuna gli atleti di casa nostra, e come Saiu, anche Cherchi, al termine del 1° giro esce di scena, costretto da problemi alla ruota in seguito ad una foratura.
Intanto sul campo si assiste ad una vera e propria battaglia per la conquista del titolo: Deho, Pirazzoli, Acquaroli, Zoli, Pallhuber, Fruet, Bianchi, Zanotti e Felderer si inseguivano a vicenda giro dopo giro. Poi finale a due con Yader Zoli e Mirko Pirazzoli che riescono a staccarsi dagli altri avversari.
Campionati Italiani XC 2006: Yader Zoli prima della gara Emozioni fino all'ultimo decimo di secondo quando il campione del KTM International team Yader Zoli riesce a piazzare la ruota per primo sulla linea d'arrivo, guadagnandosi il titolo tricolore; ad avere la meglio per la conquista della terza piazza è  il biker trentino dell'Arcobaleno Carraro Martino Fruet, che stacca Johann Pallhuber, nonostante una foratura.
Domenica 16
Tutta dedicata alle categorie amatoriali maschili la seconda giornata della manifestazione nazionale.
» Sono i più giovani Master Sport a dare inizio alle gare, alle 9:30 in punto come da copione. Fra loro tre bikers nostrani: il Campione regionale di Sinnai Mauro Vacca,  l'atleta della S.C. Cagliari Giacomo Cabras, e l'algherese Giovanni Antonio Mannu.
Gli imprevisti non mancano neppure nelle gare odierne, ma questa volta non riguardano gli atleti sardi: è il biker locale Marco Pellizzaro, che i pronostici davano per favorito, ad avere guai meccanici, e abbandona senza aver concluso neppure il 1° giro.
Si formava quindi un gruppetto di testa con Milo Burzi (Scott Pasquini), Simone Lanteri (Sanremo Bici), e Federico Ciani (VC Caprivesi). All'ultimo dei 4 giri il friulano Burzi allunga e, nonostante una foratura riesce a precedere Lanteri al traguardo, guadagnandosi il Titolo Italiano.
Discrete le posizioni di Vacca (28°) e di Cabras (38°), soddisfatto anche Mannu per il suo 52° posto.
» Alle 11:30 il via alle categorie M3-M4-M5, in cui gareggiano i nostri Campioni Efisio Usai, Giorgio Sara, e Salvatore D'Urso. Alla partenza anche un altro M3, il biker dell' Ultragas Sennori  Mario Cossu, che si ritireà dopo il 1° giro.
Nei Master 3 è s'impone il piacentino Daniele Bruschi (Scott Racing) su Davide Oliviero (Valentini Team); nei Master 4 Giuseppe Zamparini (Cicli Montanini), dopo aver conquistato la maglia Europea la scorsa settimana, si aggiudica anche quella Italiana; nei Master 5 scontata la conferma del Campione Silvano Janes, che indossa la maglia tricolore per l'ennesima volta.
Buone anche le prestazioni dei nostri atleti: nei M3 lusinghiero 10° posto per Usai; Sara e D'Urso si attestano entrambi in 13^ posizione nelle rispettive categorie.
Campionati Italiani XC 2006: podio Master 1 » Sono le 13:30 quando viene dato il via ai Master 1, in cui è schierato il Campione sardo Adriano Testone.
A confermarsi Campione è anche quest'anno il bolzanino Klaus Fontana (Hubi Bike Adventure),  beffando il rivale dell' Arcobaleno Carraro Stephan Unterthurner, che fora proprio sul tratto finale.
In 29^ posizione il biker del Mtb Club su Juncu  Testone.
» Ultimo via alle 15:30 per i Master 2, con il Campione cagiaritano Ignazio Boi ai nastri di partenza.
A condurre la gara i lombardi  Moreno Trabuchi e Riccardo Milesi; è Trabuchi, portacolori della Ideal Bikes, a prendere il sopravvento e a conquistare l'ultima maglia della giornata.
Boi rimane indietro di 1 giro e verrà classificato in 27^ posizione, ma per tutti i bikers sardi, indipendentemente dai risultati,  è piena soddisfazione per  essere stati comunque protagonisti in una manifestazione di così grande portata.
Sandro Murtas



 
 
 
 
Consigliati
solobike.it
Solobike.it

Il sito italiano più aggiornato sul mondo mtb nazionale ed internazionale.

Pianeta Mountain Bike
Pianeta Mountain Bike

Portale dedicato ai risultati ed ai commenti delle gare su strada e in MTB.

Mtb on Line
Mtb on Line

Off road biking
Sito di informazione su gare e risultati.

Cycling.it
La rivista Bici da Montagna on line.

Tutto Mountain Bike
Sito ufficiale della nota Rivista TuttoMtb.

A Ruota libera
Sport, ambiente e turismo in bicicletta.

Mountain bike viaggi
Viaggi in Mtb in Sudamerica, Mongolia, Pirenei e in tutto il mondo.

 
Visite :

Sito ufficiale del MTB Club Arkitano : PHP code & DHTML by Sandro Murtas © 2004-2014